+39 024042708

Guida al preventivo per Trasloco senza stress

Il trasloco rappresenta un reale incubo per tutti coloro che si accingono a cambiare casa. Un mix tra stress emotivo e fisico, che può avere i suoi effetti deleteri ben oltre le ore effettive necessarie al trasloco.

È possibile realizzare un preventivo per trasloco senza stress? Ebbene sì, vediamo insieme in quale modo.

Innanzitutto, è indubbio che si dovrebbe avere l’accortezza di organizzare al meglio ogni singola operazione, affidandosi ad un’azienda professionale e competente, che si occupi del trasloco in maniera ampia e completa al fine di ridurre al minimo o addirittura azzerare lo stress.

Parola d’ordine: Organizzazione

Semplice! Il segreto del preventivo per trasloco, capace di alleggerire il carico di stress, è realizzare una corretta pianificazione di tutte le singole fasi che compongono il trasloco stesso. Approntare un programma dettagliato, da rispettare step by step, può aiutare a non ritrovarsi con passi importantissimi ancora da compiere, a pochi giorni dal definitivo trasferimento e dunque scongiurare il rischio di dover inscenare una corsa affannosa contro il tempo.

Primo passo: scelta della ditta di Traslochi

Passo fondamentale da compiere è quello legato alla scelta della ditta di traslochi alla quale affidare tutto il necessario da trasferire nella nuova abitazione, nel nuovo ufficio o negozio. Le aziende possono essere di diverso tipo ed offrire vari servizi: è importante scegliere quella più adatta alle proprie esigenze in base al tipo di servizio di cui si ha bisogno. Esistono ditte che si propongono per il trasporto degli oggetti, purché siano imballati e pronti, altre invece che si occupano del trasloco a 360°, di smontare i mobili e di imballarli con tutta la cura necessaria, di trasportarli con mezzi adatti, di portarli nella nuova destinazione e di rimontarli, insomma un trasloco dalla A alla Z.

È dunque necessario avere le idee chiare prima di richiedere un preventivo per trasloco e scegliere quello che meglio risponde ai propri bisogni. Una scelta che deve essere compiuta almeno due mesi prima della data del trasferimento, in modo tale da permettere anche all’impresa di organizzarsi al meglio.

Elemento da non sottovalutare: giusto imballaggio

In vista del trasloco, ci sono altri elementi che non vanno posti in secondo piano e che vanno considerati ed affrontati nel modo più opportuno. Tra questi, è da menzionare il momento dell’impacchettamento di tutto il materiale da trasportare durante il trasloco, o il reperimento di tutti i documenti che non devono andare persi, in modo da riunirli all’interno di un contenitore facilmente reperibile.

Non dovrebbe poi mancare un passo organizzativo spesso sottovalutato, come l’approntamento di uno scatolone o altro contenitore in cui sarà riunito lo stretto indispensabile per i giorni successivi al trasloco, con all’interno elementi di primo utilizzo come medicinali, asciugamani, sapone e tutto quello che può servire per l’igiene personale, oltre agli abiti di ricambio.

Tenere a mente tutti questi aspetti non è semplice e può sicuramente essere fattore di stress ed ansia che fa vivere il trasferimento come un’esperienza traumatica. Per contrastare queste possibilità, un’ottima idea sarebbe quella di affidarsi ad un’azienda che sia in grado di fornire un preventivo per trasloco che inglobi anche questi elementi, che a primo impatto posso apparire futili, ma che sicuramente posso aiutare a vivere un trasloco in modo sereno.

Russo Traslochi rappresenta il giusto compromesso tra gli aspetti sopraelencati.

Per maggiori informazioni, contattaci.

Condividi